Sweet Seeds Purple Punch OG®


n° Semi: 3+1 semi
Prezzo:
€12,62

IVA inclusa Spedizione calcolata alla cassa

Descrizione

Sweet Seeds Purple Punch OG®

Varietà risultante dall’ibridazione tra un clone d’élite di Purple Punch (Larry OG x
Grand Daddy Purple) e un clone d’élite di Star Killer (Skywalker OG Kush x Rare
Dankness #2). Due genetiche campionesse e di grande fama nella scena cannabica
internazionale.
Varietà principalmente indica, dalla struttura compatta, con una grande cima principale
e robusti rami laterali. Produce cime dense ricoperte di abbondante resina molto
aromatica. La produzione di terpeni è molto alta, particolarmente indicata per
l’estrazione dei concentrati. Grazie al suo antenato Grand Daddy Purple, alcuni
individui possono mostrare tonalità viola o rossicce in fiori e foglie.
L’aroma e il gusto sono deliziosi e complessi, dolci e fruttati, con note OG Kush molto
speziate e sfumature di limone. L’effetto è intenso e rilassante.

CARATTERISTICHE:

  • Indica: 80% / Sativa: 20%
  • THC: 18-22% · CBD: 0,5%
  • Produzione Indoor: 400-550 g/m2
  • Produzione Outdoor: 350-600 g/pianta
  • Fioritura Indoor: 8 settimane
  • Raccolta Outdoor: metà settembre

    Tutte le informazioni contenute sono a solo scopo informativo e didattico. Invitiamo tutti gli utenti a non utilizzare tali informazioni in modo pratico in relazione ai semi di cannabis. Ricordiamo infatti che:

    In Italia la Coltivazione dei semi di cannabis è vietata (Art. 28 e 73 del DPR 309/90) se non si è in possesso di apposita autorizzazione (Art. 17 DPR 309/90)

    Pertanto i Semi di cannabis potranno essere utilizzati esclusivamente per fini collezionistici e per preservazione genetica e sono commercializzati con la riserva che essi non siano usati da terze parti in conflitto con la legge. I semi di cannabis sono esclusi dal D.P.R. 309/90, ciò significa che essi non sono da considerarsi sostanze stupefacenti (L. 412 del 1974, Art. 1, Comma 1, Lett. B; convenzione unica sugli stupefacenti di New York del 1961 e tabella 1 decreto Ministero della Salute 11 Aprile 2006).

     

    Potrebbe interessarti anche...

    Visti di recente